28 Novembre 2016

Corte di cassazione: le Vittime del Dovere

166

La Corte di Cassazione a Sezioni Unite ha finalmente confermato la competenza del Giudice Ordinario Sezione Lavoro per il contenzioso relativo alle Vittime del Dovere ed equiparati.

Dei vantaggi di questo risultato ne potranno beneficiare tutti coloro che vorranno far accertare giudizialmente il loro diritto ai benefici assistenziali, quali vittime del dovere o equiparati. Si potranno impugnare i decreti negativi anche a distanza di anni dalla loro notifica, contrariamente al Tar a cui si può ricorrere al massimo entro 60 giorni.

Non solo. A differenza del Tar, che accerta unicamente l’illegittimità degli atti, davanti al Tribunale ordinario si può chiedere al Giudice del lavoro di riesaminare i fatti di servizio e le invalidità, accertarne il collegamento con le particolari condizioni ambientali ed operative, e farle quantificare percentualmente ai fini dell’erogazione dei conseguenti benefici.

Il tutto, con la garanzia di tre gradi di giudizio e con sentenze che, se favorevoli, riconosceranno subito la qualifica di vittima ed il conseguente diritto ai benefici.

UNMS Contatti

Unione Nazionale Mutilati per Servizio

Presidente Antonio Amato.

  • Via Duccio di Boninsegna, n. 21 - 20145 Milano
  • e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Tel. 02/877003 - Fax: 02/86995751

UNMS social

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinPinterest
Pin It

Il nostro sito web utilizza i cookies anche di terze parti per personalizzare i contenuti. Utilizzando il nostro sito, chiudendo questo banner, l'utente accetta l'uso dei cookie. Per informazioni sui cookie che utilizziamo e come negarne il consenso, leggi la nostra cookies policy.